Doni delle Bacchanantus - Baccanti

Questa pagina è un abbozzo. Puoi aiutare Kaputt Mundi espandendola.

· Rend - Dilaniare (Livello Due) [Tribebook Black Furies, Rev.]
Le furie del mito non usavano spade o asce per fare a pezzi i nemici degli dèi; le furie nere dell'antichità non usavano armi per distruggere i nemici di Gaia. Esse utilizzavano zanne e artigli e la pura forza animalesca. Nonostante molte Baccanti sicuramente utilizzano archi e labrys rituali della tribù, e altre portano Klaive e altri feticci arma, quando vanno in frenesia usano la maggior parte delle volte le loro armi naturali. Anche fuori dalla frenesia, le Baccanti conoscono il fattore intimidatorio di dilaniare un nemico con zanne e artigli, e molte provano gusto nello sfogare la loro natura primordiale.
Dilaniare permette alla Baccante di strappare sostanze che normalmente non potrebbe penetrare, e perciò causare molto più danno con le proprie armi naturali come altri potrebbero fare con una spada umana. Questo dono è insegnato -a volte con effetti comici- da uno spirito del vino.
Sistema:
Il giocatore spende un punto Furia e tira forza+istinto primordiale (diff 6). Per ogni successo la Furia guadagna la capacità di strappare materiale resistente per un turno. Mentre è trasformata in una delle tre "forme da guerra" (Glabro, Crinos o Hispo) e usando una manovra da corpo a corpo, il giocatore ignora i primi tre dadi assorbimento dell'avversario -il bersaglio tira tre dadi in meno per assorbire. Questa abilità di penetrare le difese si applica anche a oggetti inanimati come muri e porte, rendendo
considerevolmente più difficile nascondersi dalla Furia Nera dentro edifici o sottoterra. In caso un oggetto non abbia assorbimento o un punteggio di armatura, la forza della Furia conta come tre punti più alta rispetto sulla tabella delle prove di forza richiesta per strappare l'oggetto.
Distruggere un muro, una porta o un nemico attraverso questo dono aggiunge 3 dadi al prossimo tiro Intimidire della Furia contro un testimone dell'evento.


· Storm of Mother's Wrath - Tempesta dell'ira materna (Livello Cinque) [Tribebook Black Furies, Rev.]
Quando le Furie entrano in guerra contro i nemici di Gaia sono come una forza della natura. Se un branco di Baccanti incude una Furia con questo dono esse Diventano una forza della natura. Una Furia che invochi questo dono causa lo scoppio di una terrificante grandinata scura, anche a ciel sereno; Il branco di Baccanti, comunque, non sono disturbate dalla tempesta e vi si possono muovere e combattere senza impedimenti. Segni di questa tempesta nell'aria tendono ad essere delle bandiere rosse per le creature del Wyrm, che sanno che un branco di Furie sono coivolte in una battaglia disperata; potrebbero muoversi per partecipare o restare fuori della tempesta. Un Mammatua, uno spirito del Selvaggio dell'aria, insegna questo dono.
Sistema:
Il giocatore spende un punto Gnosi e tira Costituzione+Sopravvivenza (diff 7). La tempesta ha 100 metri di diametro e dura un minuto. Ogni successo nel tiro estende il diametro di 100 metri e la durata di un minuto. Chi viene catturato fisicamente dalla tempesta-umani, garou, fomori e spiriti materializzati-subisce una penalità di 3 dadi a tutte le azioni. Fa eccezione il branco di chi ha evocato la tempesta che non subisce penalità. Gli umani reagiscono alla tempesta come al Delirium; molti fuggiranno davanti alla sua furia. La tempesta non può essere enerata al chiuso o sottoterra ed i suoi effetti non penetrano mura solide (comunque le raffiche di grandine distruggono le finestre di vetro)