Frankweilers

Cindy, un cucciolo dei Rosica Ossa, ha qualcosa da mostrarti:
"L'ho trovato! Ho trovato il libro che stavo cercando! Parla di quei raggazzini che scappano di casa e vanno a vivere in un museo. Si nascondono nel bagno fino alla chiusura, e a quel punto vengono fuori per nuotare nella fontana dell'ingresso, e guardano tutti i quadri, e giocano con tutto ciò che trovano, e mangiano al bar, e cose così. E' da lì che ho preso l'idea. E' per quello che sono scappata di casa. E' per quello che i Rosica Ossa vengono da me quando vogliono sapere qualcosa."

I lupi sono creature territoriali. I Frankweilers difendono i loro domini urbani con tanta passione quanta ce ne mettono i lupi rurali. Proprio come un Artiglio Rossi potrebbe tenere d'occhio una vasta porzione di terre selvagge, un Frankweilers stabilisce alcuni quartieri come suo protettorato. Altri Garou potrebbero considerare stupido il Roscia Ossa medio, grezzo, e ignorante, ma questi coraggiosi difensori fanno la guarda ai luoghi un cui "l'uomo comune" può trovare arte ed educazione: gallerie d'arte, biblioteche, musei, teatri, chiese, templi, cinematografi, o qualsiasi altro luogo in cui la cultura sia immediatamente accessibile.
Gli anziani della tribù incoraggiano gli altri Rosica Ossa a frequentare tali luoghi, specialmente quando sono gratuiti. Tali tesori sono protetti con tanta veemenza quanto le idee tribali che essi rappresentano. Il camp è stato conosciuto con molti nomi durante gli anni - i Fanti Nascosti, la Corte delle Meraviglie, i Fantasmi - il più recente deriva dal titolo di un libro per bambini in cui due ragazzini vivono in un museo. I Frankweilers vivono dei dintorni del loro protettorato, o persino all'interno di una galleria o di una biblioteca durate le ore di chiusura. Anche se questo non esclude che se ne vadano di tanto in tanto per lavorare con branchi multitribali, molti sono dei solitari che spendono più tempo possibile a percorrere gli stessi corridoi.
L'incarnazione originale del camp, il Teatro Lupino, era più preoccupato della cultura che dell'apprendimento. A cominciare almeno dal Rinascimento, i Galliard dei Rosica Ossa impararono a campare unendosi a troupe di attori itineranti. Con lo stesso spirito, i più avventurosi Frankweilers viaggiano da sept a sept, esibendosi gratuitamente in opere classiche per chiunque voglia ascoltarli. Il pagamento, rispettoso del chiminage, è opzionale. Sfortunatamente i sostenitori più zelanti iniziano a credere di essere tanto erioci quanto i personaggi che interpretano.
Il Teatro Lupino crebbe così tanto da considerare anche i maggiori teatri europei come parte del loro protettorato. Mentre le città umane crescevano, il camp si espanse abbastanza da difendere altre aree pubbliche dedicate alla cultura e all'educazione. Quando alcuni divvennero conoscitori delle biblioteche pubbliche e dei musei, divvenero anche esperti consulenti su letteratura, teatro e scienza.
Oggi, i più rinomati Frankweilers sono rispettato come studiosi ed educatori. Potrebbero frequentare l'ala di un museo per padroneggiare una particolare arte o scienza, o magari trovare una biblioteca dove possano "rosicare" tomi anzichè ossa. Molti sono grandi narratori, in grado di narrare storie classiche o antichi testi in un modo che anche i Garou moderni siano in grado di comprendere. Possono persino portare la cultura direttamente ai caern urbani o ai luoghi di riunione - tali paragoni spesso cambiano il loro nome, adottando quelli di personaggi o autori di capolavori che hanno memorizzato.
In alcune grandi città, un network permanente di Frankweilers può lavorare separatamente dalle sept e dai caern della Nazione Garou. Quando un luogo di cultura è minacciato, tutti loro si mobilitano per agire, sia che avvenga attraverso una protesta, la resistenza passiva, un sabotaggio, o una cerca nell'Umbra. Molti di questi luoghi divengono anche rifugi per i senzatetto della città, dove possono passare il tempo leggendo e imparando anzichè gelando e morendo.
Altri eroi si impegnano per le comunità, curando le persone anzichè i luoghi. Potrebbero offrirsi volontari per insegnare a leggere e a scrivere, o l'inglese come seconda lingua; lavorare nei programmi di scambio di aghi; educare i meno fortunati riguardo alla sanità; o persono condividere conoscenze legali o mediche. Siccome spesso il Wyrm sfrutta gli ignoranti, gli affamati, i disperati o coloro che soffrono, i Frankweilers dicono di combatterlo attraverso la prevenzione, la protezione e l'educazione.